Oggi ci addentriamo nella cucina partenopea e nei suoi meravigliosi sapori!

Il mio compagno è napoletano, ma la prima volta che ho assaggiato questa delizia da forno è stato grazie a due amiche di una vita, Wanda e Cristiana.

Conosciute su un barcone che ci portava da Salina a Panarea 12 anni fa, non ci siamo più separate e grazie a loro mi sono innamorata di una città bellissima e di un popolo generoso e allegro, che riversa nella cucina tutto il buono che ha.

I panini napoletani sono la perfetta espressione della città: morbidi e accoglienti, dorati fuori come baciati dal caldo sole del Sud; appena li assaggi vieni investito da sapori forti e persistenti, da una fragranza che non dimentichi e che, anzi, non vedi l’ora di riprovare.

Se vi ho fatto venire la voglia di assaggiarli, non vi resta che tirarvi su le maniche e iniziare a impastare!

Panini-napoletani

Difficoltà: Media    Tempo di preparazione: 15 min.   Tempo di lievitazione:  6 ore in tutto    Tempo di cottura: 45/50 min.

Ingredienti: 

  • 800 gr. di farina 00;

  • 400 gr. di acqua tiepida in cui sciogliere un panetto di lievito da 25 gr.;

  • 100 gr. di olio evo.

  • 100 gr. di parmigiano reggiano grattugiato;

  • 50 gr. di pecorino grattugiato;

  • 200 gr. di salame in un’unica fetta;

  • 200 gr. di prosciutto cotto in un’unica fetta;

  • 200 gr. di mortadella in un’unica fetta.

Procedimento: 

Prima che ve lo chiediate, vi dico che in questo impasto non va sale!

Il parmigiano, il pecorino e i salumi faranno il loro dovere e avrete un impasto bello saporito (e se ve lo dice una che aborre il pane senza sale, potete fidarvi!).

Lavorate la farina con l’acqua in cui avrete sciolto il lievito, l’olio e il parmigiano, fino a ottenere un impasto omogeneo.

Sbattete il panetto sul tavolo per attivare il lievito un paio di volte e mettetelo a lievitare in una boule sul cui fondo avrete versato un filo d’olio. Coprite la boule con un canovaccio pulito e mettetela dentro il forno con la luce accesa per 2 ore.

Passate le due ore, riprendete il panetto, e sbattetelo un paio di volte sul piano da lavoro, lavoratelo brevemente e rimettetelo nella boule, coperta e in forno con la luce accesa per altre 2 ore.

Al termine delle due ore, prendete l’impasto e dividetelo in 4 parti e fate dei rettangoli sottili e cospargeteli con 100 gr. di grana e con i salumi tagliati a tocchetti. Arrotolate su se stessi i 4 impasti e formate un rettangolo più lungo. Da ciascun rettangolo, tagliate dei pezzi da circa 90 gr. l’uno. Munitevi di bilancia e pesateli uno a uno. Lavorateli con il palmo della mano sul piano, in modo da formare delle palline.

Posizionatele su una teglia rivestita di carta forno ben distanziati tra loro e lasciateli lievitare coperti nel forno a luce accesa per le ultime 2 ore.

Alla fine del processo di lievitazione, tirate fuori la teglia dal forno e preriscaldatelo a 200°. Preparate un uovo sbattuto con un filo d’olio: vi servirà per spennellarlo sui paninetti.

Spennellate i panini e infornate una teglia per volta per 45 minuti circa. Al termine del tempo, fate la prova dello stecchino. Se esce asciutto, i paninetti sono pronti!

So che non vedete l’ora di provarli, ma vi consiglio di aspettare che si freddino: i sapori saranno più decisi!

Viva Napoli e viva la cucina napoletana!

G.

Panini-napoletani